HOME    
    CONTATTI
 
   
COME REGOLARE RISCALDAMENTO E CLIMA
DA REMOTO TRAMITE GSM


L'impianto di riscaldamento e la caldaia
Un tipico impianto di riscaldamento civile è composto da una caldaia e da una serie di termosifoni. La caldaia prevede una camera di combustione in cui un bruciatore, alimentato da un combustibile (gas da riscaldamento), scalda ed immette in un circuito di tubi dell'acqua che veicola il calore verso i termosifoni. Indipendentemente dal tipo di caldaia, murale, a basamento, a condensazione, essa prevede sempre una scheda elettronica di gestione caratterizzata da un ingresso di comando. Chiudendo (cortocircuitando) questo ingresso la caldaia “si attiva” e immette acqua calda nei termosifoni; aprendo l'ingresso la caldaia cessa di scaldare l'acqua.
Per regolare la temperatura di un ambiente dobbiamo quindi munirci di un termometro e collegare un pulsante all'ingresso della caldaia. Premeremo il pulsante fino a quando la temperatura nell'ambiente non raggiunge il valore desiderato; rilasciandoloquando tale valore viene superato, e così via.



Il termostato ambiente
Poiché non vogliamo passare i nostri giorni in casa con pulsante e termometro in mano facciamo svolgere questa funzione ad un
termostato ambiente. Questo dispositivo implementa un sensore di temperatura, una logica di controllo, una uscita a relè (che sostituisce il nostro pulsante) e una manopola o dei tasti per l'impostazione della temperatura. Alcune versioni sono completate con un orologio, prendendo quindi il nome di cronotermostato ambiente. In questo caso sarà possibile impostare delle attivazioni e disattivazioni automatiche in determinate fasce orarie.



Per regolare la temperatura di un ambiente da remoto una soluzione consiste nel collegare l'uscita di un telecontrollo gsm (attivatore gsm) in parallelo al termostato esistente; inviando un opportuno sms sarà possibile “attivare” la caldaia senza però avere una retroazione locale sulla temperatura. Questo sistema è economico poiché un attivatore GSM costa meno di un termostato GSM ma la caldaia rimane sempre in funzione anche se la temperatura ambiente supera quella desiderata.



Non è assolutamente consigliabile agire sul termostato interrompendo il suo contatto di uscita. Il termostato infatti ha anche il compito di evitare che l'acqua nei tubi dell'impianto possa gelare nei periodi invernali, poiché, anche se posizionato al minimo, provvederà ad attivare la caldaia al di sotto dei 6÷7 °C.



Il termostato GSM
Per realizzare una reale regolazione della temperatura da remoto la soluzione migliore è un termostato ambiente gsm. Esso implementa sia una stadio di uscita a relè da collegare alla caldaia che un sensore di temperatura svolgendo esattamente la stessa funzione del termostato tradizionale. L'unica differenza è che la regolazione della temperatura desiderata non avviene localmente tramite manopola o pulsanti, ma da remoto tramite sms preceduti da password oppure con squilli da telefonini abilitati.


 

Se il Termostato ha 3 fili verso la caldaia?
In alcune applicazioni il Termostato esistente prevede 3 fili verso la caldaia (tutti i 3 contatti del relè sono utilizzati). Questa soluzione viene utilizzata quando è necessario azionare la caldaia e una elettrovolvala o un contascatti. In questo caso il parallelo diretto non è possibile ma occorre realizzare un circuito come quello sotto riportato in cui viene interposto un relè aggiuntivo.
Allo scopo procedere come segue:
- Procurarsi un relè con bobina a 12Vdc e portata dei contatti uguale o superiore a quella del relè del termostato esistente.
- Scollegare i 3 fili dal relè del termostato esistente e collegarli a quello aggiuntivo rispettando comune, n.a. e n.c.
- Alimentare la bobina del relè e interrompere la massa facendola passare dal contatto n.a. del termostato esistente e dal contatto n.a. del termostato gsm.
- Applicare un diodo di protezione in parallelo alla bobina del relè aggiuntivo.
Avremo in questo modo che quando uno dei due relè (esistente o gsm) si chiude verrà portata tensione alla bobina del relè aggiuntivo.

 

 

Termostato Ambiente a contatto o a bus?
L'installazione elencata fino ad ora vale solo se l'interfaccia tra il termostato ambiente e la caldaia è di tipo a contatto privo di potenziale. Questa configurazione è valida per la stragrande maggioranza degli impianti di riscaldamento esistenti. Come sopra elencato, per capire se l'abbinamento con il nostro termostato gsm è possibile basta verificare che l'uscita del termostato esistente sia rappresentata da contatti puliti privi di tensione, quindi dai contatti di un relè. Questa informazione è disponibile sul manuale di istruzioni del termostato esistente: per una verifica pratica basta cortocircuitare tra loro i due morsetti di uscita del termostato e controllare che la caldaia entri in funzione.
Alcune caldaie prevedono invece uno specifico termostato che risulta collegato alla caldaia tramite un bus; avremo 2 o 4 fili tra termostato e caldaia in cui viaggiano informazioni sotto forma di dati digitali (bus). In questo caso il nostro termostato non può essere collegato all'uscita del termostato esistente, va invece collegato ai morsetti siglati tipicamente T.A. (termostato ambiente) disponibili sulla scheda elettronica della caldaia o sul termostato.

 

Il controllo del climatizzatore
Per la gestione da remoto di un climatizzatore domestico occorre verificare che esso preveda un ingresso di ON/OFF. A tale scopo, consultate le istruzioni del climatizzatore e verificate che sulla scheda di gestione vi siano due morsetti dedicati all'accensione e allo spegnimento dello stesso.
In alternativa è possibile agire direttamente sull'alimentazione. Prima di procedere verificate che togliendo la spina e reinserendola il climatizzatore ricominci a funzionare automaticamente senza dover intervenire con il telecomando. Se ciò avviene potete utilizzare il relè del telecontrollo per interrompere l'alimentazione da rete del climatizzatore.

 
 

  Copyright © 2007-2013 EVR electronics. All rights reserved.
Viale Kennedy 96 | 20027 Rescaldina (MI) Italy | P.IVA IT04362300966
Tel. +39.0331.1815404 | Fax +39.0331.1815405 | Email info@evr-electronics.com
Automatic Translation
  English  Italian  French  German  Spanish